GAMBE in primo piano!

Nel periodo estivo una sensazione di stanchezza e pesantezza serale alle gambe è un disturbo che interessa un’ampia fetta della popolazione femminile. Infatti oltre alla presenza di numerosi fattori di rischio (la gravidanza, gli ormoni, l’età, il fumo, l’obesità, fattori ambientali e professionali), non vi è dubbio che i disturbi venosi alle gambe rivelino una predisposizione ereditaria che predilige il sesso femminile.
La prevenzione, anche in questo caso, è importantissima per limitare i disturbi venosi evitando che si trasformino in “insufficienza venosa”, termine medico con il quale si definisce una disfunzione permanente del distretto venoso, caratterizzato da un inadeguato ritorno del sangue dalle gambe verso il cuore. Data la natura progressiva del problema, maggiore è l’anticipo con cui si corre in aiuto delle vene, minore sarà il danno da riparare.

Primo consiglio: imbandire una tavola “colorata”!
Mangiare sano vuol dire combinare tutti i colori della natura, i colori “arcobaleno” della cucina mediterranea, che oltre ad abbellire la nostra tavola assicurano una dieta equilibrata e salutare. Via libera quindi alla frutta ricca di flavonoidi, sostanze simili alle vitamine che sono nutrienti indispensabili per mantenere la tonicità delle pareti vasali presenti in uva, prugne, frutti di bosco, agrumi, vino rosso, tè verde, melanzane, cavoli e meloni. Senza dimenticare albicocche, ananas, banane, ciliegie, spinaci e broccoli, ricchi di potassio in grado di contrastare la ritenzione idrica. Segnaliamo inoltre i cibi da evitare: quelli ricchi di grassi animali, gli alcolici e gli alimenti “salati” con elevato contenuto di sodio, il maggior responsabile della ritenzione idrica e dell’innalzamento della pressione vasale.

Bere molta acqua per favorire la depurazione renale e facilitare il drenaggio dei liquidi dai tessuti periferici. É possibile completare la dieta con integratori contenenti flavonoidi (ad esempio: Biovenum 500, Antistax cp, Ruscoven plus opercoli, Venoruton buste, Fortilase cell cp) che agiscono sulla componente elastica della parete venosa o sulla componente endoteliale del vaso, in grado quindi di correggere la permeabilità dei vasi evitando la fuoriuscita di liquidi. Avendo un’azione di tipo vitaminico possono essere assunti per periodi anche abbastanza prolungati senza effetti collaterali.

Secondo consiglio: muoversi con dolcezza!
È consigliata una regolare attività fisica (bastano 30 minuti al giorno di camminata veloce) per mantenere lo stato di benessere delle nostre gambe. Evitare indumenti troppo stretti o tacchi troppo alti. Per chi lavora in piedi si consiglia l’utilizzo di collant a compressione graduata (10-15 mm di Hg) mentre per le persone che lavorano sedute è importante cambiare spesso posizione delle gambe, sollevando le punte dei piedi, i talloni e, se possibile, alzarsi a fare qualche passo. Evitare le fonti di calore quali l’esposizione solare e la vicinanza ai caloriferi. Gli sport consigliati sono il nuoto, la bicicletta e la cyclette: sport aerobici che evitano sforzi improvvisi e prolungati, inoltre tonificano i muscoli delle gambe che hanno il compito di “pompare” il sangue dalla periferia verso il cuore contro la forza di gravità.

Terza regola: Coccolare le gambe!
La prima coccola deve iniziare sotto la doccia con l’alternanza di getti caldi e freddi sulle gambe, partendo dalle caviglie verso l’alto. Dopo si può massaggiare con un gel rinfrescante e tonificante per le gambe, sempre partendo dalle caviglie con movimenti leggeri, contenente Rusco, Ippocastano, Vite rossa, Centella asiatica, Mentolo (ad esempio: Myrtaven gel, Ruscoven bio gel, Antistax gel, Leg gel -preparazione galenica della Farmacia S.Caterina-). Durante il sonno è meglio tenere le gambe sollevate per facilitare il ritorno venoso, è sufficiente un cuscino sotto il materasso, ai piedi del letto. Sono inoltre consigliati massaggi linfodrenanti alle gambe per rimuovere i liquidi interstiziali e migliorare il drenaggio linfatico in soggetti con ridotto ritorno venoso (li puoi provare presso la nostra cabina estetica in Farmacia!).
Infine la nostra Farmacia offre la possibilità di individuare i problemi della circolazione delle gambe attraverso il Pletix: uno strumento che effettua un test non invasivo, per il controllo del tempo di riempimento venoso, cioè il tempo impiegato dal sangue a tornare nel polpaccio dopo che un movimento forzato ne ha causato il momentaneo svuotamento.

Il test è veloce e dalla risposta immediata, si effettua tutti i giorni in farmacia, su appuntamento.

Torna su