Test Intolleranze Alimentari, Lipidomica, Disbiosi Intestinale

Nelle nostre farmacie puoi trovare il test specifico più adatto alle tue necessità.

Gli esami si eseguono su prenotazione
Farmacia del Popolo: 059 690388
Farmacia Santa Caterina: 059 6550469

Trovi qui sotto tutti i test che eseguiamo in collaborazione con Diagnostica Spire e Recaller Program, per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare i siti dedicati.

Finder Alimenti – ricerca delle immunoglobuline specifiche fino a 184 alimenti.

La finalità del test è quella di identificare nel siero del paziente le immunoglobuline di classe G (IgG) specifiche per specifici alimenti. La conferma di una reazione avversa al cibo IgG-mediata prevede il dosaggio dei livelli di immunoglobuline mediante metodica E.L.I.S.A. Si tratta di una metodica basata sulla stessa reazione di riconoscimento antigene-anticorpo che si verifica nell’organismo. Un opportuno sistema di lettura computerizzato permette di analizzare l’intensità della reazione in grado percentuale, fornendo un risultato di immediata comprensione.
Serve alla persona che intende indagare su possibili intolleranze alimentari e che vuole risposte immediate, chiare e risolutive ad un eventuale problema nutrizionale. Nel referto di FINDER infatti il paziente troverà un prospetto di dieta ad HOC, facilmente comprensibile e di semplice attuazione. Si effettua tramite un autoprelievo ematico con pungidito.
Disbiosi Intestinali
  • INTEST FLORA COMPLETE: è un test estremamente accurato, utile per verificare l’esistenza di una disbiosi intestinale in atto. Più di altri test infatti, approfondisce le caratteristiche della disbiosi in atto perché percorre tre diverse strade parallele di analisi (IgG SPECIFICHE PER FRAZIONI MICROBICHE, INDACANO E SCATOLO, ACIDI ORGANICI) e permette di agire sulla disbiosi in modo ancora più mirato.
  • INTEST FLORA PLUS: è un test utile per verificare l’esistenza di una disbiosi intestinale in atto. Si divide in due principali finestre di analisi che consentono di percorrere due strade utili al fine di valutare il rapporto che l’organismo del paziente ha con il proprio microbiota. Una parte dell’analisi consente di individuare l’eventuale presenza di immunoglobuline di classe G nel siero del paziente (immunoglobuline generate dalla reazione leucocitaria avvenuta a livello della barriera intestinale verso antigeni di natura fungina), la seconda parte di analisi è relativa all’identificazione della natura dell’eventuale disbiosi in atto.

Lipidomica – Profilo acidi grassi di membrana

  • LIPI CARDIO: è un’analisi cromatografica degli acidi grassi che consente di valutare il livello della loro incorporazione nella membrana degli eritrociti, al fine di mettere a disposizione uno spaccato rappresentativo delle abitudini di vita e del metabolismo del paziente. Molte situazioni sia fisiologiche che patologiche possono indurre scompensi: in quest’ottica l’analisi lipidomica risulta essere un importante strumento sia per impostare una strategia correttiva che preventiva.
  • LIPI MAMMA: l’analisi cromatografica degli acidi grassi consente di valutare il livello della loro incorporazione nella membrana degli eritrociti. Già a partire dal primo trimestre di gravidanza e nella fase di allattamento si consiglia di procedere con l’analisi del profilo lipidomico eritrocitario che, agendo come test di screening, può mettere in evidenza eventuali inadeguatezze nutrizionali della gestante sulle quali il medico potrà intervenire consigliando alla donna lo stile alimentare più adeguato alla sua condizione e al benessere del suo bambino.
  • LIPI SPORT: l’analisi degli acidi grassi effettuata consente di valutare il livello della loro incorporazione nella membrana degli eritrociti, mediante un semplice prelievo capillare. Il test prevede l’analisi del campione in gascromatografia con rilevatore a ionizzazione di fiamma (GC-FID).
  • LIPI YOUNG: l’analisi degli acidi grassi effettuata consente di valutare il livello della loro incorporazione nella membrana degli eritrociti, mediante un semplice prelievo capillare. Il test prevede l’analisi del campione in gascromatografia con rilevatore a ionizzazione di fiamma (GC-FID). Da un punto di vista prettamente nutrizionale, monitorare lo status dei lipidi di membrana durante tuta la fase di accrescimento degli individui, è uno strumento importante per poter costruire diete dettagliatamente bilanciate.
  • LIPI ANTI-AGING: l’analisi degli acidi grassi effettuata consente di valutare il livello della loro incorporazione nella membrana degli eritrociti, mediante un semplice prelievo capillare. Il test prevede l’analisi del campione in gascromatografa con rilevatore a ionizzazione di fiamma (GC-FID). Da un punto di vista prettamente nutrizionale, la valutazione degli acidi grassi di membrana dei globuli rossi, permette di tenere sotto controllo eventuali carenze o eccessi a carico di molecole essenziali come gli acidi grassi.

Rast test allergologici

  • RAST – Allergie inalanti + 10 alimenti: il RAST test (radioallergosorbent test) è un esame del sangue volto alla ricerca di anticorpi diretti verso specifici allergeni (ambientali ed alimentari): si valuta la presenza di immunoglobuline E al fine di confermare la predisposizione a specifiche reazioni allergiche. Il RAST test sfrutta l’elevata specificità del legame antigene-anticorpo. I risultati del test esprimono la reale concentrazione delle IgE specifiche.
  • RAST – Allergie 20 alimenti: l’utilità di questa tipologia di test è quella di poter evidenziare la presenza di immunoglobuline E a conferma di una reazione allergica in atto al momento dell’esecuzione del test. Risulta utile, quindi, per i pazienti che presentano disturbi acuti o cronici di sospetta natura allergica.
  • RAST – Allergie 20 inalanti: Il RAST test (radioallergosorbent test) è un esame del sangue volto alla ricerca di anticorpi diretti verso specifici allergeni (ambientali ed alimentari): si valuta la presenza di immunoglobuline E al fine di confermare la predisposizione a specifiche reazioni allergiche. Il RAST test sfrutta l’elevata specificità del legame antigene-anticorpo. I risultati del test esprimono la reale concentrazione delle IgE specifiche. E’ in grado valutare una possibile reazione allergica a 20 tipi di allergeni inalanti differenti.

Test di nutrigenetica

  • TEST GENETICO SULLA CELIACHIA: il test della tipizzazione HLA deve essere considerarsi un test predittivo, in quanto solo in caso di negatività (ovvero il mancato riscontro degli aplotipi HLA-DQ2 e/o DQ8) si può escludere la patologia. Il test genetico fornisce preziose informazioni sulla predisposizione personale, quindi è indicativo del rischio di sviluppare la patologia, ma non rappresenta la conferma clinica (ottenuta attraverso ricerca sierologica e biopsia della mucosa duodenale con duodenoscopia per la conferma dell’atrofia dei villi).
  • TEST GENETICO SUL LATTOSIO: se si esclude una forma secondaria transitoria, indotta da patologie acute o croniche o da trattamenti o farmaci che possono indurre un’alterazione della permeabilità intestinale, la quasi totalità dei casi di intolleranza al lattosio è riconducibile a una variazione del DNA. l test genetico permette di definire la predisposizione all’intolleranza al lattosio, individuando le condizioni riconducibili ad un deficit enzimatico.
  • NUTRIGEN EXPLORER: analizza una serie di varianti del DNA correlate ad importanti processi metabolici e permette di impostare un programma nutrizionale, nutraceutico e di correzione dello stile di vita, personalizzandolo in base alle caratteristiche del DNA dell’individuo. Nel DNA infatti, si nascondono moltissime informazioni legate alle nostre predisposizioni tra le quali anche i processi metabolici, alla tolleranza alle varie sostanze alimentari e alla predisposizioni a malattie.

Recaller Program

Recaller Food Inflammation Test è un sistema diagnostico e terapico integrato per il controllo dell’infiammazione alimentare e il recupero del rapporto fisiologico con il cibo. Un aiuto reale per chi fa del proprio benessere una priorità. L’infiammazione è una esperienza condivisa da tutti, tanto che i farmaci antinfiammatori sono in assoluto i più venduti al mondo. 
L’infiammazione da cibo è una realtà ormai certa e la vera novità è che oggi è possibile misurarla e definirla (verificando i valori di BAFF e di PAF). Recaller Food Inflammation Test è un test innovativo, l’unico sul mercato che unisce la misurazione del livello di infiammazione all’analisi delle reattività ai Grandi Gruppi Alimentari.  Un sistema integrato di diagnosi e interpretazione dei dati abbinato a una dieta personalizzata.

Disponibile presso:

Via Carlo Marx, 23 - 41012 Carpi MO

Via Pezzana, 82 - 41012 Carpi MO
Torna su